Melito P.S. - Operazione Ada: richiesti dieci e dodici anni di reclusione agli ex Sindaci Gesualdo Costantino, Giuseppe Iaria

20.09.2017  16:30 - 

Di Francesca Martino

Dieci e dodici anni di reclusione sono stati richiesti nei confronti degli ex Sindaci di Melito Porto Salvo, Gesualdo Costantino e Giuseppe Iaria.

L’istanza è stata avanzata dalla Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria, delineata in aula dal sostituto procuratore Antonio De Bernardo.

Iaria e Costantino sono stati segnalati dalla pubblica accusa come sostenitori della cosca Iamonte, con l’accusa di aver sostenuto il “condizionamento nelle gare d’appalto del comune di Melito Porto Salvo e di altri comuni del circondario e con il supporto di alcuni imprenditori direttamente affiliati al clan”.
Sono stati richiesti dodici anni di carcere per Carmelo Nicola; Alampi; Bruno Ligato

Massimiliano Pirillo; Natale Tripodi e Vincenzo Tripodi.
Chiesti sei anni di reclusione per Giuseppe Imbalzano; Antonio Crea, Francesco Caracciolo; Demetrio Caracciolo e
Francesco Morabito.

Inoltre, il PM De Bernaldo ha chiesto il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione, in quanto è stata scartata l’aggravante mafiosa nei confronti di Antonia Caracciolo; Giuseppe Caracciolo; Giuseppe Cento; Paolo Ferrara;Francesco Giordano;

Francesco Gullì; Antonino Nucera; Giovanni Paviglianiti; Giovanni Pugliese; Carmelo Ravenda; Donato Stelitano; Luigi Stelitano e Demetrio Vercelli.