ALIEN, DIFFERENZIATA E MEMORIA CORTA

26.05.2017  10:31 - 

di Francesco Iachino - 

Fantastica Melito dalle mille furbizie!Togli i cassonetti,arriva la differenziata e,come Calabre Fenici,tornano cumuli di spazzatura e,
a una mia domanda sulla piccola Malaglotta vicino alla fiumara e al campo di calcetto,un conoscente"santolioto"mi ha
detto:"Non è spazzatura nostra,è di gente di fuori".
Lì per lì ho pensato che magari erano ripresi i lavori per le buonanime Liquichimica o centrale e gli operai"da fuori",a inizio turno,
portano la spazzatura"da fuori"e la gettano qui;per il mucchietto rifiorito alla stazione di Annà il discorso è,invece più facile e intui-
tivo:la spazzatura che"viene da fuori"è portata da gente che "viene da fuori"col treno che"viene da fuori"e,giunto in stazione giù un
bel lancio atletico di spazzatura dal finestrino sulla strada sottostante.
Sparisce da Sant'Elìa ma,spirito di Calabra Fenice,eccola risorgere sulla vecchia Nazionale tra il bovio di San Leonardo e l'ex pon-
te gabbia,non v'inganni l'apparenza di soli bergamotteti,in realtà dev'essere una zona,vista la mondezza prodotta,dove ferve ogni attività:commercio,artigianato e piccola industria tutto rigorosamente mimetizzato"Qui si ferve!!!!"diceva il grande Totò
Sono stranezze Melitesi;ma se invece immaginate un fascio di luce accecante,nessun rumore,solo un cane vicino a voi che rin -
ghia,quindi un lievissimo tonfo di qualcosa che cade al suolo e un leggerissimo sibilo,quindi la luce si allontana lasciando a ter-
ra un mucchio di spazzatura.
Solo allora capirete che gli alieni sono tra noi,il cane righiava perchè solo il suo udito percepiva gli ultrsuoni mentre la luce vi ac-
cecava ora il cassonetto-astronave torna nella sua pulitissima galassia scaricando gli ultimi residui di spazzatura,magari sulla strada tra il cimitero e la rotonda di Rhogudi o presso il vallone di San Leonardo.
Ci consoliamo con le immagini della Capitale  esclamiamo"Mama Roma!!!"non il capolavoro Pasoliniano del quale Roma ha
solo le traversìe di una vita tutte in salita della grande interprete Anna Magnani e poi i commenti: tutti a incolpare tutti e a ricordare
la grande farloccata di promessa elettorale Grillina"Puliremo Roma in pochi giorni";rimane,invece solo Roma sempre più offesa
e sporca e la Sindaca Raggi,forse,a maledire chi l'ha votata.
Mi dicono,però,che trattasi di alieni indigeni,alieni all'Ufficio tributi che non avendo mai pagato la tassa sui rifiuti non ritirano gli ap-
positi contenitori della differenziata per non essere scperti quindi,da benwemeriti della memoria storica Melitese,cotinueranno a ricordaci nel tempo dov'erano posizionati i cassonetti