Addio a Emiliano Mondonico, calcio in lutto - L'annuncio della figlia su Facebook: 'Sei stato il nostro esempio'

29 marzo 2018      17:36

Posted by Domenico Salvatore-

 

Il calcio in lutto: è morto Emiliano Mondonico, 71 anni, celebre allenatore di Torino e Atalanta. Il tecnico era malato da tempo. "Ciao Papo.... sei stato il nostro esempio e la nostra forza... ora cercheremo di continuare come ci hai insegnato tu... eternamente tua": così' Clara, una delle due figlie, annuncia su facebook la morte del padre. 

LA CARRIERA IN IMMAGINI

Mondonico, nato e cresciuto a Rivolta d'Adda, aveva compiuto 71 anni lo scorso 9 marzo. Nell'occasione, la figlia Clara, che gestisce la pagina facebook che porta il nome del padre, aveva scritto "la vita ti ha messo davanti a partite che sembravano impossibili da vincere ma tu, con la forza che ti contraddistingue, hai dimostrato di essere in grado di superare tutto".

Il 'Mondo', come veniva chiamato, che negli ultimi anni aveva fatto il commentatore tv per la Rai, aveva cominciato la sua carriera in panchina nel 1979 con le giovanili della Cremonese. Di partite ne aveva vinte tante soprattutto con Cremonese, Atalanta e Torino. Guidò anche Como, Cosenza, Napoli, Fiorentina, Albinoleffe e Novara.

L'intervista a Tv2000: “Da piccolo dribblavo piante nel bosco e sognavo Serie A”

Ma Mondonico viene ricordato in particolare per la fedeltà alla maglia granata. Con il Torino ha vinto una Coppa Italia e disputato una finale di Coppa Uefa perdendo contro l'Ajax ma entrando comunque nella storia e nell'immaginario collettivo con la celebre scena della sedia agitata in aria per protestare contro l'arbitro. Un vero cuore Toro, un vero sportivo e innamorato del pallone, considerato il re del buon calcio di provincia. Nel 1984 Mondonico riporta la Cremonese dopo 54 anni in A, nel 1988 fa salire l'Atalanta ed è protagonista di una straordinaria corsa fino alle semifinali di Coppa Coppe col Malines. La partita di Bergamo, una sconfitta per 2-1, è rimasta scolpita nella memoria dei tifosi della Dea bendata.

Sul profilo dell'allenatore continuano ad aggiungersi messaggi di condoglianze, così come moltissimi sono i post su twitter. In molti hanno scelto di postare la celebre immagine della sedia alzata al cielo per un rigore negato il 13 maggio del 1992, durante la partita di coppia Uefa tra Ajax e Torino giocata allo Stadio Olimpico di Amsterdam. Mondonico fu poi squalificato per una giornata.

LO STORICO EPISODIO DELLA SEDIA ALZATA (VIDEO DA YOUTUBE)

 

"Ciao Mondo, ci mancherai". Così, con un tweet, il Torino Football Club saluta Emiliano Mondonico, che allenò la squadra piemontese tra il 1990-1991 e il 1993-1994, portandola alla finale di Coppa UEFA, persa con l'Ajax. Nel 1992-93, sempre con la squadra granata, 'Mondo' vinse la Coppa Italia. Dopo aver reso grande l'Atalanta, al Torino tornò poi nel 1998-99, riportandolo in serie A.

 "Atalanta in lutto. In momenti come questo si fa sempre tanta fatica a trovare le parole, forse perché non ce ne sono. Se n'è andato un pezzo importante di storia atalantina, ma mai potrà essere dimenticato", scrive l'Atalanta sul proprio sito. Mondonico ha indossato la maglia nerazzurra prima da giocatore e quindi da allenatore, portando i bergamaschi ad una storica semifinale di Coppa delle Coppe.

"Un uomo generoso, ribelle, mai banale. Hai contribuito a rendere il derby una partita speciale. Ciao mister", è il ricordo di uno juventino doc, Claudio Marchisio, con un messaggio su Instagram.

"Ha regalato emozioni a non finire", scrive su twitter il reggente del Pd Maurizio Martina

"Buon viaggio Mister, eri un vero rocker": così Enrico Ruggeri saluta l'amico Mondonico su twitter, postando una vecchia foto che li ritrae insieme. "Anni nei quali un'amicizia era testimoniata da un paio di foto che qualcuno ti dava a mano. Anni - scrive Ruggeri - di un altro calcio. Mi avevi fatto diventare tifoso della Cremonese". Fonte Ansa